9 adesioni
ADERISCI

Progetto Energie Rinnovabili

pubblicato il 21/03/2010 da PiazzaDuomo 21 marzo

territorio: Tutto il cratere

5commenti


Favorire le energie rinnovabili su edifici pubblici e privati.

Attraverso:

 - una legge regionale 

 - finanziamenti europei

 - fondo energia verde 




torna su

5 commenti fino ad ora

  • inviato il 22/03/10 da
    matador

    Meglio: rendere obbligatori i pannelli fotovoltaici sugli edifici pubblici da ricostruire (prefettura, scuole, ...)

  • inviato il 26/03/10 da
    AntoAQ

    Non vedo momento migliore di questo, seppur nella sua estrema tragicità, per guardare con ambizione al futuro promovendo una ricostruzione che sia al passo con i tempi e con le nuove tecnologie. Dato che il pregio dei pannelli fotovoltaici sta proprio nella loro possibile integrazione architettonica, a differenza delle altre fonti energetiche anche rinnovabili (basti pensare all’eolico, certamente più invasivo), penso che sia fondamentale e obbligatoria una discussione in tal senso. In questo momento ci viene offerta la possibilità di integrare la bellezza monumentale e paesaggistica della nostra città con l’ecosostenibilità energetica. Insomma, credo che sia un’occasione da non lasciarci sfuggire…

  • inviato il 29/03/10 da
    adalbertobo

    opportuno è spingere su più fronti e tenere in considerazione altri esempi anche al di fuori dell'Italia come Friburgo ad esempio. Per saperne di più ho telefonato al consolato italiano a Friburgo chiedendo al console di darci alcuni contatti e che si faccia da mediatore per portare l'esempio di Friburgo a L'Aquila(cittadina tedesca medie dimensioni è all'avanguardia in Europa in tema di economia sostenibile)vedi http://www.fondazionegiannipellicani.it/?q=node/1433 Il futuro è la Green Economy e per L'Aquila c'è bisogno di un rilancio anche economico

  • inviato il 29/03/10 da
    adalbertobo

    allego il testo della mail inviata al console italiano a Friburgo Buongiorno, Sono un cittadino dell'Aquila e come certo saprà il terremoto del 6 aprile 2009 ha devastato la nostra bella città. In questi giorni è in corso una buona iniziativa rivolta a far emergere le richieste dei cittadini in merito ad idee per la rinascita e lo sviluppo dell'Aquila. Insieme ad altri aderisco ad un gruppo di lavoro su un progetto energie rinnovabili. Siamo a conoscenza che Friburgo è la città all'avanguardia in Europa per l'energia solare e per le iniziative rivolte al risparmio energetico e lotta all'inquinamento. Avremmo il desiderio di realizzare un incontro a L'Aquila entro il mese di aprile con esperti che ci illustrino quanto fatto nella splendida Friburgo. In futuro vorremmo sviluppare iniziative con il Comune di Friburgo e della regione proporre e sviluppare collaborazioni che convincano e coinvolgano le nostre istituzioni locali (Comune, Provincia e Regione). Tenga presente che per noi è molto importante farlo al più presto e nel mese di aprile poichè sono in corso di redazione le linee guida per la ricostruzione del centro storico dell'Aquila e vorremmo che questi aspetti siano messi in primo piano. La ringrazio per quanto potrà fare per aiutare L'Aquila ad aprirsi ad orizzonti più lontani. Sarebbe auspicabile un appoggio da parte della città di Friburgo che aiuti le nostre istituzioni locali e le affianchi in una sorta di gemellaggio per portare L'Aquila ad essere all'avanguardia in Italia ed insieme a Friburgo in Europa. Tutto questo appare ancora più importante adesso tenuto conto degli investimenti che dovranno essere fatti in questa città nei prossimi anni. Saremmo lieti di incontrare anche soggetti privati disposti ad investire per il futuro della nostra città. La ringrazio e la invito a visitare L'Aquila affinchè possa prendere conoscenza direttamente di quanto sia importante per noi disegnare un futuro per dare un futuro a L'Aquila.

  • inviato il 31/03/10 da
    Matteo

    un saluto e un abbraccio a tutti.io mi occupo di energie rinnovabili,fotovoltaico e geotermico,oltre alla gestione integrata di rifiuti e smaltimento eternit.ho provato a contattare la protezione civile e la camera di commercio perchè volevo proporre lo smaltimento amianto a costo zero con la conseguente ricopertura fatta con i moduli fotovoltaici,ma mi è stato risposto che è tutto in mano al commissario.avevo anche proposto la creazione di centri di stoccaggio per gli inerti,in modo tale che venissero lavorati in loco e che se ne potesse ricavare in seguito un bene anche commercializzabile e riusabile,ma le risposte sono state sempre le stesse.il mio invito a voi è quello di pretendere di cogestire appalti e forniture,progettare voi il futuro energetico e ambientale della città,perchè se lasciate tutto in mano a Chiodi o chi per lui,l'aquila è spacciata.spero di avere la possibilità di contattare qualche vostro progettista. un abbraccio fraterno alla meravigliosa città che mi ha ospitato per 11 anni e che rimarrà sempre nel mio cuore. Matteo

Lascia un commento


  i campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori